Laboratorio Cinema e Musica

Nell’ambito del progetto Talk! Comunità in Dialogo, il Gruppo Umana Solidarietà G. Puletti, in collaborazione con Tandem Associazione Interculturale, Cooperativa Stellaria, Free Woman onlus, L’Africa Chiama, Associazione Le Rondini onlus, con il patrocinio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Ombudsman delle Marche e con il finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità – Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica, organizza un laboratorio gratuito su Cinema e Musica.

Premessa

Nel contesto attuale di intolleranza e chiusura nei confronti della differenza è necessario valorizzare la diversità culturale e stimolare le competenze socio-relazionali delle persone, promuovendo processi di inclusione sociale che evitino fenomeni di discriminazione.

Il cinema e soprattutto le sue colonne sonore evocano sentimenti, riflessioni e lasciano ricordi/sensazioni che ci aiutano a comprendere e ad avvicinarci a situazioni complesse.

Obiettivi e Organizzazione Laboratorio didattico: Musica e Cinema

Il laboratorio si sviluppa in due fasi: una prima fase di attività laboratoriali esperienziali legati ai temi della musica e del Cinema ed una seconda parte legata allapprendimento non-formale in chiave interculturale.

La prima parte dei laboratori sarà condotta da esperti di cinema e sarà strutturata su n. 20 ore, in cui si lavorerà su relazioni sonoro-musicali volte all’inclusione di tutti i partecipanti.

Saranno proiettati video musicali provenienti dalle diverse regioni del mondo, con particolare attenzione per le nazionalità presenti nel gruppo classe, per conoscere le differenze e le somiglianze tra le diverse tradizioni musicali. Il laboratorio sarà strutturato in base alla nazionalità dei partecipanti, indagandone gli strumenti tipici, i suoni e le canzoni dei diversi paesi, alla ricerca delle somiglianze e delle diversità musicali.

La seconda parte dei laboratori prevede unattività di Focus-Group con un duplice obiettivo:

– Reflection in Learning, utile a favorire livelli di consapevolezza individuale e di gruppo ed a valorizzare l’autenticità della persona e le diversità culturali.

– Creazione di un contesto di scambio di esperienze: i partecipanti ai laboratori teatrali promossi dallassociazione Stellaria allinterno del progetto Talk! Comunità in dialogo saranno invitati per portare la propria esperienza e per ascoltare, a loro volta, lesperienza dei partecipanti ai laboratori di musica e cinema realizzati nelle giornate precedenti. Lidea è che i partecipanti, grazie al supporto di uno Youth Worker, avviino processi virtuosi di cooperazione e scambio, dove ciascun apprendimento è messo in rete e a disposizione degli altri

Destinatari

Affinché i partecipanti possano guardarsi, conoscersi e ricordarsi gli uni degli altri, il numero dei partecipanti è di 10 richiedenti/titolari di protezione internazionale e 10 giovani Italiani/e.

 

Annunci

Proiezione Lungometraggio Okike e Dibattito

Data: 08/11/2018

Ora: 21:00

Luogo: Cinema Italia Macerata

Attività: Proiezione Lungometraggio Okike e Dibattito

Obiettivo: Ricollegandosi alle attività laboratoriali del progetto Talk! Comunità in Dialogo e grazie alla visione del cortometraggio si discuterà sul ruolo dei media nella rappresentazione dell’immigrato, ponendo laccendo sul ruolo dell’informazione, del linguaggio comunicativo.

Okike è un cortometraggio diretto da Edoardo Ferraro, sceneggiato da Leonardo Accattoli e Edoardo Ferraro, prodotto dalla Dibbuk Produzioni e dal G.U.S. – Gruppo Umana Solidarietà con la produzione esecutiva della Palabras. Il Corto è patrocinato dal Comune di Macerata, Marche Film Commission, Ombudsman delle Marche e SPRAR.

Okike vuole raccontare la difficoltà di convivere con il trauma della fuga, della violenza, dell’esilio e della solitudine. Lo vuole fare il più possibile con leggerezza e ironia, mostrando gli sforzi di un protagonista che ha dentro un Mondo, ma che non ha i mezzi né le capacità per ricrearlo. Un personaggio che ha una storia, sì, ma che paradossalmente ha una storia troppo simile a tante altre. Uno sfortunato che nonostante tutto e tutti vede nel raccontare e nel far conoscere e far vedere la sua vicenda l’unico modo di superare il trauma e giustificare la propria esistenza.

“Per capire, bisogna vedere” cit. Okike

Di seguito il materiale, scritto e video, di approfondimento sul lungometraggio Okike e sui relatori/moderatori che interverranno alla proiezione e che stimoleranno il dibattito a seguito della proiezione.

OKIKE

https://www.produzionidalbasso.com/project/okike/

Registi:

Laboratorio gratuito “Giornalismo e immigrazione: le parole per dirlo”

La Cooperativa Stellaria, in collaborazione con Tandem Associazione Interculturale, Free Woman onlus, L’Africa Chiama, Gruppo Umana Solidarietà GUS, le Rondini onlus, con il patrocinio del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Ombudsman delle Marche e con il finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità – Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica, organizza un laboratorio gratuito sul giornalismo dal titolo “Giornalismo e immigrazione: le parole per dirlo”.

Quali sono gli obiettivi del corso?

  • Esperienza in una redazione giornalistica
  • Comprensione degli elementi base del lavoro giornalistico
  • Redazione di articoli
  • Conoscere le buone pratiche di contrasto all’odio online (hate speech)

Chi può partecipare?

La partecipazione è aperta a 12 ragazzi, sia cittadini italiani che cittadini di origine straniera, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, provenienti da tutta Italia.

Quali sono le principali tematiche del laboratorio?

  • Il “giornalismo sociale” e il lavoro di Redattore sociale
  • La “Carta di Roma” e la deontologia del giornalista
  • Parlare civile: come scrivere correttamente d’immigrazione
  • Regole di base della scrittura giornalistica
  • Redazione di un articolo giornalistico
  • Hate speech: le parole d’odio su internet

La gestione del laboratorio è affidata a giornalisti ed esperti operanti nel settore da oltre 10 anni.

I partecipanti, con il supporto di un’esperta della comunicazione di Tandem Associazione Interculturale onlus avranno inoltre la possibilità di lavorare sullo hate speech, mappando i discorsi d’odio su Internet, con particolare attenzione ai social media e contribuiranno a creare e implementare una pagina Facebook, diretta a ribaltare gli stereotipi, a contrastare il dilagare dei discorsi d’odio e promuovere una “contro narrazione”.

Quanto dura?

Il laboratorio ha una durata di 21 ore articolate in 5 giorni; ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, è obbligatoria la frequenza di almeno 15 ore.

Quando e dove si svolgerà il laboratorio?

Il laboratorio si svolgerà dal 15 al 19 ottobre dalle 9 alle 13.30. La sede del laboratorio sarà presso la sede principale di Stellaria/Redattore sociale sita in Capodarco di Fermo, via Vallescura n. 47.

Come iscriversi?

Per partecipare, i candidati dovranno compilare il modulo di iscrizione e inviarlo via email all’indirizzo info@stellaria.info

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 10 ottobre 2018. L’ammissione al laboratorio avviene in ordine di presentazione delle domande e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L’iscrizione è gratuita. Le spese di viaggio e di soggiorno sono a carico dei frequentanti.

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione

SCARICA IL BANDO

SCARICA LA DOMANDA DI ISCRIZIONE